Archivi

Categorie

Inter Cætera è una bolla papale emessa da Papa Alessandro VI e indirizzata ai governanti cattolici del regno di Castiglia , Ferdinando e Isabella , il 4 maggio 1493.

Questa bolla ha dato alla Spagna tutte le terre a ovest e a sud di un meridiano di 100 leghe (418 km) a ovest oa sud di tutte le isole delle Azzorre e di Capo Verde. Già nella bolla Æterni regis il Papa aveva dato al Portogallo tutti i territori dell’Africa e il diritto di appropriarsi di tutte le nuove terre che i portoghesi scoprivano a condizione di evangelizzarle. Il trattato di Tordesillas tra la Spagna e il Portogallo nel 1494 ha cambiato un po’ la linea di demarcazione.

Nel 1533, il re di Francia Francesco I chiese per la prima volta a papa Clemente VII di cambiare la bolla a favore della Francia . Il Papa ha quindi specificato che la bolla riguarda solo i territori occupati dalla Spagna o dal Portogallo, tutte le nuove terre non occupate possono essere rivendicate da altri monarchi cristiani.

L’arrivo di Colombo in quella che doveva essere l’Asia , nei mari occidentali, nel 1492, creò instabilità nei rapporti tra Portogallo e Spagna che da molti anni si erano battuti per posizioni e posizioni possedimenti coloniali lungo la costa africana. Il re del Portogallo affermò che la scoperta di Colombo rientrava nei limiti stabiliti dalle bolle papali del 1445, 1456, 1479. Il re e la regina di Spagna lo negarono e volevano una nuova bolla sull’argomento. Papa Alessandro VI, nato a Valencia e amico del re di Spagna, ha risposto con tre bolle datate 3 e 4 maggio 1493 che erano molto favorevoli alla Spagna. La terza si chiama Inter cætera.

Questa bolla garantisce alla Spagna (le corone di Castiglia e Aragona) tutti i territori “a ovest ea sud” di una linea da polo a polo 100 leghe ad ovest di tutte le isole delle Azzorre o Capo Verde .

Tuttavia, la linea di demarcazione non può essere un semplice meridiano perché nessun territorio può essere “a sud” di un meridiano. Potrebbe essere due segmenti di meridiani, uno che si estende a nord da un punto a ovest delle Azzorre e l’altro a sud da un punto a sud delle Isole di Capo Verde, questi due punti essendo collegati da un nord-nord-ovest – sud-sud- segmento est. Potrebbe anche essere una linea che parte dal sud-ovest delle isole per estendersi a nord-nord-est-sud-sud-est. Questa linea di corda collegherebbe i due poli tracciando una spirale.

Il toro non specifica che i territori situati ad est della linea tornino al Portogallo, che non raggiunse l’ Africa meridionale fino al 1488 e non raggiungerà le Indie fino al 1498. Queste terre erano “da scoprire” oltre quelle della costa occidentale dell’Africa alla Guinea , che era stata data ai portoghesi nel 1481 dalla bolla di Æterni regis , ratificando il Trattato di Alcaçovas . Inoltre, nel toro Dudum siquidem , datato 25 settembre 1493 e intitolato Estensione della concessione apostolica e donazione delle Indie , il Papa garantiva alla Spagna quei paesi che, una volta o l’altra, erano appartenuti all’India.

Questo fallimento delle aspirazioni del Portogallo portò nel 1494 alla conclusione del Trattato di Tordesillas tra la Spagna e il Portogallo. Il nuovo trattato spostò la linea a ovest, per fissarla a 370 leghe a ovest delle Isole di Capo Verde, e questa volta diede esplicitamente al Portogallo qualsiasi nuovo territorio scoperto a est di quella linea. Va notato che questo darà il futuro Brasile ai portoghesi dopo la scoperta ufficiale di Pedro Álvares Cabral nel 1500. All’inizio, la linea di Tordesillas non circondava il globo. La Spagna e il Portogallo non potevano sorpassare ovest o est dall’altra parte del globo e continuarono a possedere i paesi che furono i primi a scoprire.

In reazione alla scoperta del Portogallo delle Molucche nel 1512, la Spagna avanzò nel 1518 l’idea che papa Alessandro avesse diviso il mondo in due metà. Il Trattato di Saragozza (1529) definisce la linea degli antipodi posta a 17 gradi ad est delle Molucche.

Questa bolla segna l’inizio della colonizzazione spagnola in America e delle missioni cattoliche nel Nuovo Mondo. Uno degli effetti imprevisti del Toro e del Trattato di Tordesillas fu quello di cedere quasi tutto l’Oceano Pacifico e la costa occidentale dell’America alla Spagna, che invocò questi atti, ad esempio, per rivendicare la Columbia Britannica e l’ Alaska nel 1819 quando il Trattato di Adams-Onis .

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Written by : Cesare Gigli